Tantissime le migliorie introdotte grazie all’impegno e alla tenacia delle commissioni attività produttive commercio e turismo (di cui faccio parte) e cultura del MoVimento 5 Stelle, al Decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83 dal titolo “Disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”

Qui trovate un sunto del decreto, e qui il testo in discussione al Senato con tutto il materiale di riferimento

E queste alcune delle nostre integrazioni

“Con una integrazione apportata nel corso dell’esame parlamentare si è introdotto il tema della classificazione delle strutture ricettive e delle imprese turistiche. Al riguardo un decreto del MIBACT, da emanarsi entro 3 mesi, d’intesa con la Conferenza Stato-Regioni, definirà l’aggiornamento degli standard minimi e l’uniformità sul territorio nazionale dei servizi e delle dotazioni, compresa la definizione normativa dei condhotel (che sono una tipologia di hotel a proprietà frazionata, dove i singoli proprietari hanno un contratto di management con il gestore) e degli alberghi diffusi(ovvero alberghi formati da più edifici vicini fra loro – solitamente case già esistenti – con gestione unitaria e in grado di fornire servizi di standard alberghiero) (articolo 10, comma 5).

Nel corso dell’esame parlamentare sono inoltre state inserite apposite disposizioni concernenti i distretti turistici, che non devono essere più limitati ai territori costieri e sono collegati alla disciplina delle Zone a burocrazia zero (art. 10, comma 6). I distretti turistici mirano in particolare alla semplificazione amministrativa per il rilancio delle imprese turistiche su tutto il territorio nazionale

Sono state introdotte anche norme che applicano la disciplina delle start-up innovative(articolo 25 del DL 179/2012) anche alle società che puntino alla promozione dell’offerta turistica nazionale attraverso l’uso di tecnologie e lo sviluppo di softwareoriginali. Se tali società sono costituite da persone con meno di 40 anni, godono anche di agevolazioni fiscali all’atto della costituzione”

(Qui troverete il dettaglio dell’emendamento frutto di una mia proposta ed a mia prima firma)

Ed ancora

“Tra le modifiche apportate nel corso dell’esame parlamentare, vi è la l’attribuzione all’ENIT della possibilità di realizzare e distribuire la Carta del Turista, anche solo virtuale, che consente, mediante strumenti e canali digitali e apposite convenzioni con soggetti pubblici e privati, di effettuare pagamenti a prezzo ridotto per la fruizione integrata di servizi pubblici di trasporto e degli istituti e dei luoghi della cultura”. (Lo strumento esiste in molte nazioni e consente al turista una semplificazione non indifferente in termini di fruizione dei servizi, dai musei ai trasporti, per agevolare la permanenza).

Sul fronte cultura abbiamo assicurato il credito di imposta, pari al 65% della quota versata per il primo anno, per il crowdfunding a sostegno dei beni culturali, degli enti e delle fondazioni liriche; inoltre abbiamo garantito, con un nostro emendamento approvato, la creazione di un portale nazionale, gestito e promosso dal Mibact, dove ogni opera, ente, fondazione debba avere una propria scheda tecnica che illustri il progetto da eseguire, i fondi richiesti e assegnati per l`anno in corso, la storia, lo stato di conservazione, i finanziatori che hanno contribuito al progetto, l`ente responsabile del bene.

Per quanto riguarda la parte del decreto relativa al Grande progetto Pompei – ha sottolineato la deputata imolese – siamo riusciti a fare in modo che la deroga alla soglia per accedere ad una procedura negoziata sia passata da 3,5 milioni di euro a 1,5 milioni e verrà sempre e comunque pubblicato un bando per dare pubblicità alla trattativa. Ed abbiamo evitato l’accentramento di potere nelle mani del Responsabile Unico di Procedimento (RUP) e le deroghe che permettevano a questa figura di essere sia controllore che controllato.

In ultimo ringrazio i miei colleghi, per il bellissimo lavoro di squadra svolto, con impegno e costanza, ed in particolare Aris Prodani, Davide Crippa, Marco Da Villa (commissione attività produttive), Luigi Gallo, Simone Valente, Sergio Battelli (commissione cultura).

Di seguito alcuni video interventi sul decreto

mqdefault1

mqdefault1

mqdefault1

Scarica il documento (PDF, 375KB)