vigili-fuoco-imola

Nuova Caserma dei Vigili del fuoco, distaccamento di Imola, l’accordo per realizzarla è una strada tracciata.
Sono già sul tavolo le possibilità di un accordo fra Con.Ami Comune di Imola e Ministero dell’interno per realizzare la nuova caserma dei Vigili del Fuoco di Imola.

La deputata imolese Mara Mucci, dopo aver presentato a dicembre un’interrogazione in merito al Ministero dell’Interno, continua a monitorare e promuovere l’iter che dovrebbe portare all’individuazione e approvazione degli accordi fra il Consorzio e l’Amministrazione per costruire la nuova sede. Come noto, l’area destinata a tal scopo è di proprietà del Con.Ami. Si parla di circa 1.200 metri quadrati, un terreno del valore complessivo di 400 mila euro, su cui sorgerà il fabbricato del valore di 2,3 milioni di euro.

Dall’incontro avvenuto ieri fra la deputata, l’assessore Davide Tronconi e il direttore del Con.Ami Augusto Machirelli, è emerso come il Con.Ami abbia proposto al Ministero diverse opzioni per l’affitto e il riscatto della struttura, oltre agli oneri riguardanti i consumi e le spese di manutenzione straordinaria. Il Ministero starebbe valutando positivamente le soluzioni proposte.

“Ora mancano tre passaggi fondamentali – spiega l’on Mucci – il rinnovo dell’accordo di programma fra Comune di Imola e Con.ami, che, secondo quanto ipotizzato dall’assessore Tronconi, dovrebbe arrivare in un paio di mesi, l’accordo definitivo (previa delega del Comune) tra Con.Ami e Ministero, e, infine, il bando di gara per i lavori. Continuerò a seguire e promuovere, in particolare, il proseguimento dell’iter con il Ministero, per evitare fasi di stallo a Roma.”
“Per quanto riguarda la realizzazione della nuova sede, il ConAmi, nel corso dell’incontro, ha illustrato alcuni elementi del progetto che la rendono innovativa per quanto riguarda l’efficienza energetica. La presenza di pannelli fotovoltaici e accumulatori di energia dovrebbero consentire un notevole risparmio sui consumi della struttura che, per funzione, sarà energivora. L’impostazione della nuova struttura che ospiterà i vigili del fuoco è inoltre frutto dei suggerimenti e delle richieste dei vigili del fuoco stessi. Sull’apprezzamento dell’opera non dovrebbero dunque esserci sorprese future. Ora bisogna far sì che si arrivi alla realizzazione del progetto nel più breve tempo possibile, poiché la sede attuale, situata in pieno centro, risulta sempre meno idonea a ospitare questo tipo di attività”.