Oggetto: [CS] Contributi PMI digitalizzazione: vittoria Mucci

 

AL VIA LA RICHIESTA DI CONTRIBUTI PER LA DIGITALIZZAZIONE DELLE PMI, MUCCI: “UN SORRISO DI SODDISFAZIONE”

Grazie al costante lavoro della parlamentare imolese Mara Mucci, dal 30 Gennaio sarà possibile per le micro, piccole e medie imprese richiedere i fondi finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. Finanziariamente a fondo perduto per un totale di 100 milioni di euro, per un massimo di 10.000 a PMI.

 

Dal 30 gennaio al 9 febbraio 2018 sarà possibile per le micro, piccole e medie imprese di tutto il territorio nazionale richiedere i fondi per l’acquisto di hardware, software e servizi specialistici, finalizzati alla digitalizzazione dei processi aziendali e all’ammodernamento tecnologico. Finanziariamente a fondo perduto per un totale di 100 milioni di euro, per un massimo di 10.000 a PMI. Le richieste dovranno essere presentate solo tramite procedura informatica.

 

Dopo la delibera CIPE del 10 luglio è stato finalmente pubblicato il bando per darne attuazione. Lo sblocco di questi fondi è il risultato di una lunga e costante battaglia parlamentare da parte dell’onorevole imolese Mara Mucci, che dichiara:

Dopo 12 mesi di interrogazioni, question time, contatti ministeriali, ora posso definirmi soddisfatta. Il lavoro di pungolo e attenzione sulla misura ha dato un esito positivo, giunto dopo un anno di costanti pressioni sui due ministeri coinvolti. Deve essere chiaro come questa misura, in anni difficili, di scarsa crescita e competitività, possa aiutare a riammodernare le imprese, che si trovano meno risorse da investire per la propria organizzazione, spingendole verso il futuro. Sono già diverse le micro e piccole medie imprese imolesi che mi hanno contattata per sapere come accedere alle risorse. Segnale che il lavoro del Parlamentare è importante sia sotto il profilo comunicativo -rendere note le misure-, che sotto il profilo di controllo sull’operato del governo. E sono felice che le imprese oggi comprendano quanto, in particolare questa misura che punta ad agevolare chi investe sulle competenze e sull’innovazione dei processi, sia per loro importante. E’ un altro segnale del fatto che parlare di questi temi, che sembrano più tecnici e di nicchia, in realtà è utile e necessario.