CS: 6 milioni di euro all’università di Bologna, per la lotta i cambiamenti climatici

/, Rassegna Stampa, Risultati ottenuti/CS: 6 milioni di euro all’università di Bologna, per la lotta i cambiamenti climatici

CS: 6 milioni di euro all’università di Bologna, per la lotta i cambiamenti climatici

L’on. Mucci ottiene 6 milioni di euro per l’università di Bologna

6 milioni di euro in tre anni all’Alma Mater di Bologna, per istituire e finanziare un centro di formazione manageriale per la sostenibilità e i cambiamenti climatici. Il fondo ottenuto dall’on. Mara Mucci (+Europa), nella nuova legge di bilancio, aumenta le risorse dell’ateneo aiutando la causa ambientalista.

Gli ultimi tre anni sono stati i più caldi mai registrati, segno di un chiara tendenza al riscaldamento globale, con uragani, siccità e scompensi climatici in tutto il globo, dai caraibi alla nostra Emilia ancora una volta colpita dalla siccità. Ma in parlamento c’è chi cerca di affrontare il problema.

Infatti, tra le pieghe della nuova legge di bilancio, c’è un finanziamento di ben 6 milioni di euro in tre anni, destinato all’università di Bologna. Questo fondo, ottenuto grazie agli sforzi dell’on. Mucci (+Europa), servirà ad istituire e finanziare una scuola di formazione manageriale per la sostenibilità e i cambiamenti climatici, promuovendo la formazione specialistica nei settori della climatologia e della sostenibilità ambientale, in particolare per l’agenzia di meteorologia e climatologia (ItalMeteo), sempre a Bologna. Basti ricordare le ormai annuali siccità per avere un quadro dell’importanza di questi investimenti. La copertura di queste spese verrà fornita dai proventi delle aste CO2  di competenza del Ministero dell’ambiente.

“Questa legge di bilancio non mi rispecchia” dice l’on. Mucci “Ma qualcosa di importante siamo riusciti a portarlo a casa. Con questi fondi si svilupperanno le competenze e le professionalità necessarie a Italmeteo e alla lotta ai cambiamenti climatici. La sostenibilità ambientale è una delle mie battaglie da sempre, che continuerò a portare avanti, dentro o fuori le istituzioni. Il riscaldamento globale, che ha colpito anche le nostre zone con la siccità degli ultimi tempi, è un problema che va affrontato concretamente, prima che si faccia strada uno scenario apocalittico, di cui già abbiamo i primi assaggi.”

 

Estratto dell’intervento alla Camera:

https://www.youtube.com/watch?v=x9Ycc_JafEg

2018-01-31T12:19:15+00:00