tribunale parmaRoma, 5 giugno 2013 – “Finalmente qualcosa si muove. Il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza dell’Emilia Romagna ha disposto nuovi controlli sulla comunità per minorenni “Cà degli Angeli” di Tabiano Bagni (Parma) e sul suo coordinatore Flavio Amico. Era ora!”. E’ quanto afferma la deputata Mara Mucci del Movimento 5 Stelle.

In un interrogazione presentata il 20 maggio scorso, “ho chiesto – continua l’esponente del Movimento 5 Stelle alla Camera – come fosse possibile che un ex brigatista, condannato per associazione sovversiva, imputato per reati contro due ragazzi, ospiti della comunità, abbia ottenuto l’autorizzazione a gestire una struttura socio assistenziale che si occupi di minori”.

“E’ inammissibile – aggiunge la Mucci – che le Commissioni preposte non verifichino le informazioni rese nelle autocertificazioni di chi richiede di gestire strutture socio assistenziali e sanitarie, che si occupano di minori”.

“Questo Governo e le Regioni,- conclude la deputata imolese – nell’ambito delle proprie competenze, devono intervenire immediatamente adottando iniziative normative volte ad evitare che persone incorse in condanne per reati quali quelli indicati in premessa possano essere titolari di autorizzazioni per gestire strutture simili”.