camera-deputatiAvevo riposto speranze nell’incontro di oggi al Senato proposto da Grasso ma il presidente dei senatori Pd Luigi Zanda uscendo dalla conferenza dei capigruppo del Senato ha dichiarato che:“Si è convenuto a larga maggioranza che l’intreccio del meccanismo regolamentare e della prassi suggerisce di costituire le commissioni solo dopo la formazione del governo”

La decisione nella riunione di oggi PD e PDL si sono dimostrati compatti nel non voler procedere all’avvio delle commissioni

Quindi il Movimento 5 Stelle per protestare contro il mancato avvio delle Commissioni oggi resterà nell’Aula di Montecitorio fino alla mezzanotte e un minuto per mostrare il proprio disaccordo con questa scelta che di fatto blocca l’attività parlamentare.

E’ vero che ci sono due Commissioni il cui Presidente spetta all’opposizione, e fino a che non c’è un voto di fiducia non si saprà chi è all’opposizione e chi al governo, ma tutte le altre possono eleggere intanto i loro presidenti e lavorare a ritmo sostenuto. Anche le Commissioni di garanzia possono dotarsi di un presidente provvisorio secondo anzianità.

Altro dato interessante è che la riunione di oggi tra i capigruppo al senato si mostra in disaccordo anche con la volontà degli italiani.

In un’indagine condotta dall’Espresso, per il 67 per cento degli elettori, quindi non solo elettori del Movimento 5 Stelle, le commissioni parlamentari dovrebbero essere costituite e dovrebbero iniziare a lavorare da subito

Qui l’indagine completa condotta da L’Espresso