Oggi in Aula ho esposto il mio Question Time al Ministro Padoan sul tema della semplificazione fiscale. Il Ministro mi è parso caduto dal cielo. Per lui il problema non esiste…

Non per i cittadini, le imprese e le associazioni però…

“La risposta del ministro Padoan ci lascia profondamente insoddisfatti perché, al contrario di quanto da lui sostenuto, ci sono valide ragioni tecniche per posticipare al 30 settembre la presentazione del modello 770, che comunque sarebbe meglio eliminare. I nuovi adempimenti introdotti, insieme alle scadenze eccessivamente ravvicinate, rischiano di danneggiare i cittadini. L’ha sottolineato anche l’Associazione Nazionale Commercialisti che, il 26 giugno, ha inviato una lettera al ministro per rivolgere proprio questa richiesta. La vera necessità è quella di realizzare la soppressione o l’accorpamento degli adempimenti fiscali, come da tempo richiesto dai cittadini, dalle imprese e dalle associazioni di categoria. Le politiche di semplificazione rappresentano un fattore cruciale per la competitività e lo sviluppo del Paese, in ogni suo settore produttivo e commerciale, nonché per il pieno godimento dei diritti di cittadinanza”.

Qui il testo del question time. A seguire il mio intervento e il comunicato delle associazioni commercialisti che attesta che quanto affermato dal Ministro non corrisponda al vero.

DL 3 2015 intervento

“Roma, 01 luglio 2015

L’Associazione Nazionale Commercialisti, che nei giorni scorsi si è rivolta al Ministro dell’Economia e al Direttore dell’Agenzia delle Entrate chiedendo l’eliminazione della presentazione del modello 770 nell’ambito di un processo finalizzato a semplificare fattivamente il sistema degli adempimenti tributari e il calendario fiscale, accoglie con estrema soddisfazione l’iniziativa dell’On. Mara Mucci, deputata del gruppo Misto – Alternativa Libera, firmataria, insieme ad altri esponenti, dell’interrogazione alla quale sarà chiamato oggi a rispondere il Ministro Padoan .
“Siamo lieti – afferma il Presidente Marco Cuchel – che quanto espresso dall’ANC sul tema della semplificazione degli adempimenti e sull’assetto del sistema fiscale del Paese abbia trovato ascolto e che oggi, per merito dell’interrogazione presentata, le istanze dei professionisti, da sempre al centro dell’impegno dell’ANC, siano all’attenzione del Ministro.”.
“Ci auguriamo – conclude Marco Cuchel – che dal Governo siano date risposte chiare sulle misure che si intendono adottare per realizzare una profonda e reale riorganizzazione degli adempimenti e del sistema fiscale del Paese, obiettivo che deve essere perseguito nell’interesse e a beneficio di tutti i cittadini contribuenti.”.
In ogni caso, l’ANC sottolinea nuovamente l’attuale urgenza dell’intervento del Governo con un provvedimento di spostamento al 30 settembre 2015 del termine entro il quale dare seguito all’adempimento della presentazione del modello 770.
ANC – Comunicazione ”