Gino Strada

Gino Strada

Milena Gabanelli

Milena Gabanelli

Stefano-Rodota_34

Stefano Rodotà

Milena Gabanelli, Gino Strada e Stefano Rodotà.

Sono questi i 3 nomi scelti da chi ha votato nel secondo turno della Quirinarie sul portale del Movimento 5 Stelle.

Il Partito Democratico combatte la sua personale guerra interna tra Bersaniani, Renziani, Turchi, Lettiani, D’Alemiani e tanti altri (qui è possibile vedere un’analisi delle “correnti” del Partito Democratico) e non si è ancora capito quale strada sceglierà di percorrere riguardo al Presidente Della Repubblica.

Berlusconi cerca in tutti i modi di trovare un accordo per un nome che gli garantisca l’immunità (vi ricordo la battuta di Ignazio La Russa che parla della donna scelta da Berlusconi per il quirinale, Salva di nome e Condotto di cognome)

Noi abbiamo fatto la nostra scelta, attraverso uno strumento sicuramente perfettibile, ma che va nella direzione del cambiamento.

Il nostro cambiamento ha come obiettivo mettere al centro i cittadini, coinvolgerli, responsabilizzarli nelle scelte che vengono fatte per il nostro paese.

E’ un percorso nuovo, pieno di difficoltà, in cui si commettono errori e in cui ogni tanto si inciampa, ma ci si rialza in piedi aiutandosi a vicenda, cercando di trovare la soluzione migliore.

Qualcuno obietterà che Milena Gabanelli e Gino Strada devono continuare a fare il loro mestiere dove hanno mostrato tutte le loro qualità, ed è la stessa Gabanelli a confermare la necessità di un confronto con il Movimento: ”In merito alla candidatura – ha puntualizzato – quando i proponenti mi chiederanno però risponderò. Ora posso dire che sono assolutamente commossa e anche sopravvalutata”.
Andrà valutata la reale disponibilità della Gabanelli chiedendo “se” e “perchè” accetta o rifiuta l’incarico e in ordine andrà fatta la stessa cosa anche con gli altri nomi scelti.

Ma se si analizza la rosa dei primi 3 (senza nulla togliere a tutti gli altri proposti) si coglie molto bene il messaggio lanciato dal Movimento 5 Stelle al termine di queste consultazioni.

Vogliamo delle persone perbene alla guida del nostro paese,
persone appassionate ed entusiaste e, fino a prova contraria, oneste.
Questo è il Vero Cambiamento a 5 Stelle.